Rivisitazione di Rule of Rose e del suo triste e deprimente mondo di tormenti

Chi sono io
Philippe Gloaguen
@philippegloaguen
FONTI CONSULTATE:

tdk.com epicgames.com game.es

Autore e riferimenti

Finalmente un gioco che dimostra che i veri mostri sono i bambini

Non so se questo è insolito perché di solito non discuto di "emozioni" con altri "umani", ma di solito gioco a giochi horror psicologici per sentirmi triste piuttosto che spaventato. I videogiochi hanno perso la loro capacità di spaventarmi qualche tempo fa, ma alla fine di Yomawari: Midnight Shadows ho addirittura pianto. Molti giochi di questo genere sembrano essere molto abili nel decostruire la condizione umana e poi farti rabbrividire.



È al punto in cui li cerco ogni volta che mi sento triste e ho voglia di spingermi in posti imbarazzanti. Un posto in cui non mi aspettavo di trovare un buon bastone di picche era in Rule of Rose. Ciò è in parte dovuto al fatto che non ne sapevo assolutamente nulla, a parte il fatto che era stato criticato. L'unico motivo per cui ho fatto lo sforzo estremo di cercarlo è stato perché è stato realizzato da Punchline, che in precedenza ha creato il mio amato Chulip, e mi sento come se dovessi loro un rene per averlo portato nella mia vita.

Devo davvero dire che questo articolo si avvicinerà in modo allarmante al territorio degli spoiler. Starò attento così hai ancora cose da scoprire, ma Rule of Rose è il tipo di gioco che non gioca la sua mano fino alla fine e ti mostrerò alcune delle sue carte. Molto viene chiarito nell'epilogo, mentre la narrazione stessa è presentata in maniera criptica e di non facile comprensione. Quindi, se vuoi viaggiare nel mondo surreale di Rule of Rose completamente nudo, ora è la tua occasione per spogliarti e abbandonare l'articolo.



AVVISO SPOILER!

Voglio dire, ascolta questo: interpreti Jennifer, descritta nel testo come "The Unlucky Girl". Scendi dall'autobus dalla parte sbagliata della città e finisci in un orfanotrofio. Prima ancora che tu possa individuarti, vieni catturato dai bambini e portato a bordo di un dirigibile. O qualcosa. Non è del tutto chiaro, perché sei in una scatola. Orfanotrofio di una volta; il prossimo dirigibile.

Ti ritrovi in ​​balia degli aristocratici di Red Crayon, un gruppo di bambini monelli che richiedono varie offerte durante il gioco, che vanno da una simpatica farfalla a una sirena. Il mancato raggiungimento di questi risultati porta a varie umiliazioni, come farsi strofinare il viso da un topo. Il fatto è che Jennifer non è la tipica protagonista eroica. Bloccato nel suo corpo, trascorrerai la maggior parte del tuo tempo a essere tormentato, picchiato e non a combattere davvero. Godere.

Rule of Rose riguarda, tematicamente, il tormento, l'intimidazione e la crudeltà. Molte delle cose contro cui combatti sembrano nient'altro che oscure manifestazioni dei ricordi di Jennifer. Apparentemente sembri un estraneo a questa sadica società di bambini. Ma più va avanti, più diventa evidente che Jennifer una volta ne faceva parte, e in gran parte sta rivivendo il dolore di essere alla sua mercé. È come se la sua mente avesse cancellato tutto quel trauma e ora fosse il momento di esplorarlo di nuovo.

In effetti, la storia raccontata sembra essere un orribile flashback sul disturbo da stress post-traumatico. La vita di Jennifer è stata traumatica durante la sua giovinezza, e parti di questo stanno iniziando a filtrare attraverso tutto l'orrore surreale. Quando finalmente scoppia e arriva al culmine, non si tratta di sconfiggere un mostro, si tratta di trovare una pace agrodolce con quello che è successo. È quasi come se stesse mettendo insieme tutti i pezzi che è troppo giovane per capire e accettare.



L'orrore qui è umano. Le persone possono essere spinte alla crudeltà, anche - o forse soprattutto - i mostri irrazionali che conosciamo da bambini. Navighiamo costantemente negli orrori dell'alienazione, del dolore e delle pressioni sociali e questo può portarci a fare cose orribili per evitare quel dolore. Alla fine del gioco si capiscono le motivazioni dell'antagonista, anche se non necessariamente giustificate. Allo stesso modo, il dolore di Jennifer è chiaro e le sue paure sono riconoscibili. Tutto questo al servizio di un'atmosfera disperata. È peggio che essere soli; è perso in una tempesta di spietatezza.

Sfortunatamente, non tutto è così abilmente eseguito in Rule of Rose. Il combattimento sarà un punto critico per la maggior parte delle persone, e per una buona ragione: è imperdonabilmente atroce. Silent Hill è criticato per la sua lotta traballante, ma non è nemmeno paragonabile a Rule of Rose. Jennifer si avvicina alla lotta come se stesse cercando di non svegliare sua nonna, e il rilevamento dei colpi è inaffidabile come un miope arbitro di tennis. I boss possono colpirti quando non sono di fronte a te, ed è fin troppo facile essere invasi dai mocciosi che intasano i corridoi.

Anche gli ambienti sono abbastanza ripetitivi e i tempi di caricamento quando si attraversa una porta sono un po' troppo lunghi, quindi tutto sembra di guadare nella melassa. Ottieni un cane da compagnia che è un bravo ragazzo e ti aiuta anche a raggiungere il prossimo obiettivo se senti l'odore dell'oggetto giusto per lui. Non so se sia un meccanismo incredibilmente unico o il tentativo di qualcuno di aggiustare il suo design orribilmente mal concepito. Tuttavia, ti aiuta a evitare infiniti backtracking, quindi suppongo che dovremmo esserti grati?



Un posto in cui potresti aver già sentito parlare di Rule of Rose è nei media. C'era una sorta di paura intorno alla sua rappresentazione di minori, con accuse che andavano dall'erotismo minorile al sadomasochismo. Ovviamente, questo è stato un tentativo di segnare punti politici perché, mentre il gioco copre molti argomenti scomodi, inclusi accenni di abusi sessuali, è tutt'altro che perseguibile. Questi elementi esistono principalmente nel sottotesto e servono solo come retroscena per alcuni personaggi.

Come Chulip, Rule of Rose ha avuto un grande impatto su di me, ma ciò non significa che ti colpirà allo stesso modo. Per gran parte della sua esecuzione, è un'esperienza surreale e imperscrutabile, carica di jank. Se non hai la pazienza di staccare gli strati di un'unghia, allora... aspetta, fermati, è un'immagine mentale orribile. Non sto finendo questa frase.

Quello che voglio dire è che Rule of Rose è un'esperienza emotivamente tormentosa, sia in termini di lettura che di esecuzione. Non posso dire quanto possa essere spaventoso a causa della mia suddetta impavidità virtuale, ma posso sicuramente dire che è un'esperienza inquietante, scomoda e commovente. Potrei non aver pianto alla fine come ho fatto con Yomawari: Midnight Shadows, ma ora si fa spazio negli angoli più bui della mia mente. Le monete che nascondo quando l'attività è finita.

Rule of Rose deve ancora vedere una riedizione e una copia fisica del gioco ti riporterà indietro di un minuto. Onion Games sta attualmente studiando la possibilità di portarlo sui sistemi attuali. Spero che ci arrivino perché penso che sia un gioco che vale la pena dare un'altra occhiata. Per ora, mi siedo qui e ascolterò la straordinaria colonna sonora mentre i suoi temi offuscano ulteriormente la mia immaginazione.

Aggiungi un commento di Rivisitazione di Rule of Rose e del suo triste e deprimente mondo di tormenti
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.